Finito il conclave di Contigliano, il Pd si appresta a raccogliere i frutti del confronto che dovrebbe decretarne il rilancio. La Campania è il dossier più bollente sul tavolo della segreteria nazionale. Sui social Vincenzo De Luca ha pubblicato la foto dell’incontro avuto, alla presenza del figlio Piero e davanti a un caffè, proprio con Zingaretti.

De Luca non ha fatto riferimento alla sua candidatura: si sarebbe parlato solo del Piano Lavoro avviato in Campania. Tutti, però, hanno visto in quella foto un passo verso la conferma del governatore. In realtà, nelle ultime ore, lo scenario appare stravolto. Nessun via libera è arrivato da Zingaretti. Da Roma qualcuno parla di un posto di vertice a De Luca in una partecipata (Fincantieri?) in cambio di spazio sulla presidenza della Campania per consentire l’accordo tra Pd e M5S.

La ricerca di un candidato da condividere con i grillini è aperta e perciò si fa strada l’ipotesi del ministro Costa o di un candidato della società civile che metta tutti sotto lo stesso tetto, anche De Magistris. Anche il sindaco di Napoli sta giocando la sua partita, pronto a chiudere un accordo con Pd e M5S con un unico veto: mai con De Luca. Un caffè sospeso, dunque, tra Zingaretti e il governatore.