Napoli, Sibilia: “Morte quindicenne è sconfitta di tutti”

“La morte del 15enne è una sconfitta di tutti però bisogna far passare il messaggio che non si va in giro con una pistola, giocattolo o no, a tentare di rapinare le persone”. Queste le parole del sottosegretario agli Interni Carlo Sibilia, che ha visitato l’Ospedale “Pellegrini” di Napoli e la Caserma dei Carabinieri “Pastrengo” dopo i raid subiti sabato notte in seguito alla morte di Ugo Russo. Il giovane è stato ucciso a colpi di pistola dal carabiniere che avrebbe cercato di scippare nella notte tra sabato e domenica scorsa. “Io credo molto nella forza di uno Stato che supporta le proprie forze dell’ordine e i propri operatori sanitari”, ha aggiunto Sibilia.