Il racconto dell’infermiera al Cotugno: “La paura grande è diventare noi untori per le nostre famiglie”