Sorpreso in Tangenziale a Napoli senza casco, è stato invitato dalla polizia stradale ad accostare ma dopo aver proseguito fino al casello di Agnano, ha pagato il pedaggio per poi fare inversione davanti alla volante degli agenti e immettersi, contromano, sulla carreggiata opposta e facendo perdere, temporaneamente le tracce.

Il centauro è stato poi identificato grazie alle indagini eseguite dalla Sottosezione Autostradale della Polizia Stradale di Fuorigrotta, alle dipendenze della Sezione della Polizia Stradale di Napoli. Si tratta di R.R., un 25enne originario del Rione Traiano e con precedenti di polizia, protagonista dell’ennesima ‘bravata’ sulla tangenziale di Napoli poche settimane dopo il folle gesto che aveva visto sette giovani ragazzi percorrere contromano la Tangenziale per sottrarsi a un controllo da parte di una pattuglia della Polizia Stradale.

Il giovane è stato  sanzionato per tutte le violazioni al codice della strada riscontrante dagli agenti della polizia stradale. Ben nove quelle contestate: circolazione senza fare uso del casco protettivo, non aver ottemperato all’alt imposto dagli agenti, inversione del senso di marcia in autostrada, circolazione contromano, circolazione con patente di categoria diversa, circolazione con veicolo privo di copertura assicurativa, attraversamento di spartitraffico in autostrada, circolazione a velocità non commisurata, cambio di direzione non segnalato.

MULTA RECORD – Il proprietario del veicolo è stato sanzionato per aver consentito la circolazione del veicolo sottoposto a sequestro amministrativo e per incauto affidamento del veicolo. Tali violazioni  hanno determinato quattro fermi ed un sequestro amministrativo del veicolo, tre  sanzioni accessorie di revoca della patente di guida a carico del centauro, la decurtazione di 20 punti dalla patente di guida ed un ammontare complessivo delle sanzioni amministrative pari a 10.771 euro.