“La Asl ha certificato l’avvenuta bonifica del sito e siamo in condizioni di gettare giù la Vela a febbraio. Il giorno non sono in grado di dirlo, abbiamo un’ipotesi ma preferisco non dirlo per cautela e non solo perché oggi è venerdì 17″. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, intervenuto questa mattina a Radio Crc.

Il sindaco si riferisce all’abbattimento della Vela Verde di Scampia nell’ambito del progetto “Restart Scampia”, che oltre all’abbattimento di tre Vele prevede la riqualificazione di una quarta, che ospiterà uffici della Città metropolitana.

“Ogni volta che siamo certi di qualcosa c’è qualcuno che fa di tutto per non farla realizzare, ma ormai ci siamo – ha aggiunto de Magistris – è un risultato storico al quale aggiungo l’obiettivo per settembre di aprire l’anno accademico di Scienze infermieristiche”. Sono vari i progetti incompiuti a Scampia tra cui l’apertura della Facoltà di scienze Infermieristiche, in costruzione da anni. Resta ancora il problema dell’Auditorium chiuso al pubblico. Ma il sindaco resta positivi: “L’abbattimento della Vela simbolo di degrado e l’inizio dell’Università con i giovani sarebbero due segnali fondamentali per il rilancio di un’area che per molti anni ha sofferto”, ha concluso de Magistris.

Il sindaco rilancia anche un’altra iniziativa per l’ altra periferia, Bagnoli. “Lunedì si entra nel vivo con le ruspe a Bagnoli per la bonifica dell’eternit”, ha detto de Magistris. Il sindaco ha annunciato che lunedì 20 gennaio a Bagnoli, inizieranno le operazioni con la presentazione del progetto #RilancioBagnoli per la bonifica e la rigenerazione urbana dell’area ex Italsider, alla presenza dl ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, del commissario straordinario di Governo Francesco Floro Flores e dell’ad di Invitalia Domenico Arcuri, insieme alle istituzioni locali. “Non si tratterà più quindi solo di un po’ di movimento terra – ha spiegato de Magistris – ma si passerà a togliere l’eternit. Con l’abbattimento della prima Vela di Scampia, sono due figure plastiche che fanno capire il livello raggiunto dalle battaglie fatte in questi anni. Sono due cose belle per la città”.