La Fondazione Ente Ville Vesuviane riparte con le sue attività in presenza sul territorio, con la XV Edizione delle Celebrazioni Leopardiane, sabato 27, domenica 28 e lunedì 29 giugno, in Villa delle Ginestre a Torre del Greco.

La storica dimora, che prende il nome dalla lirica qui scritta da Giacomo Leopardi, riafferma il suo ruolo di “Casa della Poesia”, ospitando una tre giorni di visite guidate e atelier, affidati a poeti quali Melania Panico, Davide Rondoni, Andrea Galgano, Enrico Fraccacreta e Matteo Palumbo. Lunedì 29 giugno, alle ore 19,30, premiazione del Concorso nazionale di Poesia e del Concorso per tesi di laurea triennale “Villa delle Ginestre”. A seguire “Terrasonora” in concerto. La serata sarà trasmessa in diretta streaming.

La partecipazione agli eventi è gratuita, previa prenotazione. Villa delle Ginestre e Villa Campolieto sono visitabili, su prenotazione, dal martedì alla domenica, in due turni di visite guidate per 15 persone alle ore 10,00 e alle ore 11,30.

“Nel nome di Leopardi vogliamo consolidare il ruolo di Villa delle Ginestre – sottolinea Gianluca Del Mastro, presidente della Fondazione Ente Ville Vesuviane – come Casa della Memoria Poetica non solo retrospettiva, ma che vuole guardare in avanti, per una poesia viva, in fieri, che giorno dopo giorno nutre di sé la Villa e il territorio che ruota intorno ad essa. Vogliamo stimolare giovani poeti a coltivare l’urgenza della poesia, a diffonderla ed a permeare un pubblico sempre più vasto”.

L’attività della Fondazione, durante la pandemia, non si è fermata, ma è proseguita ed oggi si arricchisce anche di nuove modalità digitali che affiancano le proposte istituzionali di tutela e promozione del patrimonio monumentale, spettacoli, incontri culturali, visite guidate e didattiche.

“Vogliamo affermare una presenza forte, marcata con impegno e lavoro – conclude il presidente Del Mastro – per dare il nostro contributo alla vita culturale e alla valorizzazione di un territorio, quello vesuviano, unico al mondo”. Di seguito il programma della manifestazione:

Sabato 27 giugno ore 10,30 – Visita guidata “Villa delle Ginestre tra oralità e scrittura”. Domenica 28 giugno Atelier di Poesia

con Melania Panico, Davide Rondoni, Andrea Galgano, Enrico Fraccacreta e Matteo Palumbo.

Lunedì 29 giugno ore 10,30 Conversazione conclusiva e alle ore 19,30 Premiazione del Concorso di Poesia e del Concorso per tesi di laurea triennale “Villa delle Ginestre” a seguire “Terrasonora” in concerto.

Alle falde del Vesuvio, in posizione panoramica sul Golfo di Napoli, sorge Villa delle Ginestre, che ospitò Giacomo Leopardi negli ultimi anni di vita.

La Villa, edificata sul finire del Seicento dal Canonico Simioli, ospitò spesso personalità di rilievo della cultura napoletana come Luigi Vanvitelli, a cui probabilmente si deve il disegno della scala che conduce al piano superiore.

Giuseppe Ferrigni, discendente del Simioli, che aveva sposato Enrichetta Ranieri, sorella di Antonio, amico intimo del Poeta, mise a disposizione del Leopardi la dimora, che deve il suo nome attuale, appunto, a due liriche qui composte: “La Ginestra” e il “Tramonto della luna”.

La Villa è oggi di proprietà dell’Università Federico II di Napoli. La gestione e la valorizzazione del sito è affidata alla Fondazione Ente Ville Vesuviane, che vi ha realizzato un percorso museale anche con il supporto di una narrazione multimediale.