E’ tornato a casa ubriaco e ha prima picchiato e offeso la madre, poi ha tentato di violentarla. Un incubo durato diversi minuti prima dell’intervento provvidenziale dei carabinieri, che la donna è riuscita a chiamare approfittando di un momento di distrazione del figlio.

Quest’ultimo, un 29enne di Nola già noto agli archivi di polizia, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia locale per tentata violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia e lesioni.

Secondo quanto ricostruito, i militari sono intervenuti nel cuore della notte presso un’abitazione della zona dove una donna 48enne di origini rumene era stata aggredita dal figlio ubriaco. L’uomo ha offeso e colpito la madre procurandole evidenti lesioni – anche ossee – tentando di abusare sessualmente di lei.

La signora è stata trasportata presso l’ospedale di Nola dai medici del 118 per le cure del caso e ne avrà per 15 giorni. I carabinieri hanno poi accertato pregressi episodi di aggressione e vessazioni psicologiche da parte del 29enne nei confronti della madre che non lo aveva mai denunciato.