«Stammece a cas. Niente bar e brindisi. Amma sta a cas». Il comico Peppe Iodice utilizza l’ironia e il nostro dialetto “comprensibile a tutti”, come ha detto, per dire poche parole, quelle che molti sembrano non voler capire in questi giorni concitati. Iodice segue l’onda degli appelli lanciati sui canali social da Fiorello, Chiara Ferragni, Flavio Insinna, Jovanotti, Amadeus e tanti vip italiani che contano migliaia di followers. “State a casa” è l’imperativo protagonista di ogni video.  Molti i personaggi napoletani che hanno voluto ricordare la raccomandazione principale del Ministero della Salute.

Così dal suo profilo instagram il cantante Gigi Finizio dice: «Rimanete a casa e riscoprite il piacere di passare del tempo in famiglia. Supereremo tutto». Raffaele, il portiere della soap storica Un posto al sole, nella realtà Patrizio Rispo si è rivolto soprattutto ai giovani che in questi giorni hanno faticato a rispettare le regole. «Dobbiamo prevenire il contagio- dice-. State a casa. Ce la faremo». Frank Matano, invece, ha puntato sulla sua comicità per lanciare un messaggio serissimo: «Vi spiego come non prendere un treno e restare a casa». Un modo per sdrammatizzare, sì, ma anche per ricordare di non farsi prendere dal panico e fuggire verso casa in un momento in cui è assolutamente sconsigliato spostarsi. Poi ha chiamato numeri a caso perché «Lo so che vi annoiate, allora facciamoci compagnia chiacchierando con chi capita». Ognuno, a suo modo, ha invocato responsabilità, coraggio e calma difronte all’emergenza Coronavirus.

Anche il cantante Nino D’Angelo ha registrato un breve video: «Rispettiamo le regole e aiutiamoci. Abbiamo tutti una grande responsabilità verso la nostra salute ma anche verso quella degli altri». E sempre da Napoli arriva il video di Nicola Capuozzo “Coronavirus? Vi porto in giro per Napoli”. Sulla sua pagina Fb Free Wings, Nicola ha pubblicato un video di circa 4 minuti con i luoghi più belli della città ripresi da un drone che vola sui palazzi antichi, sui vicoli , sulla pizza fritta e sul mare che dondola sotto il Vesuvio. Un modo per farci passeggiare restando sul divano di casa. «Da anni, la mattina presto, esco di casa con la mia bici e il mio drone e riprendo ogni posto di Napoli -racconta- E mai come in questo momento nel quale dobbiamo restare in casa, i miei video possono far respirare un po’ della nostra città a chi li guarda». E sul lungomare Caracciolo spunta anche uno striscione che recita: “Statev’ a cas”.