Vincenzo De Luca spegne le polemiche e conferma la sua candidatura in vista delle prossime elezioni regionali in Campania, in programma in primavera. Intervenuto ai microfoni di radio CRC, durante la trasmissione “Barba e Capelli”, il governatore chiarisce: “Sto lavorando a mettere in piedi le liste. Sto lavorando d’intesa, ovviamente, con il segretario del partito Zingaretti“.

Per De Luca, sulla scia anche del successo di Stefano Bonaccini in Emilia-Romagna-  contano più le persone che i partiti. “Ho detto -spiega – ai miei collaboratori chiudete occhi e orecchie e pensate a lavorare e, poi, pensiamo a fare anche le liste ovviamente, ad ampliare la coalizione. Ma, senza perderci in quella che io chiamo la politica politicante – aggiunge – stiamo andando avanti con grande tranquillità. In Italia c’è ancora l’abitudine di considerare i cittadini come esseri inquadrati militarmente sotto le sigle dei partiti – ragiona De Luca – non è più così. Oggi, i cittadini ragionano con la loro testa e guardano le cose concrete che sono davanti ai loro occhi. Punto e basta. Quindi, dobbiamo guardare e parlare, soprattutto, ai nostri concittadini, più che ai gruppi dirigenti delle forze politiche. Sono al lavoro senza nessun dubbio. Stiamo andando avanti, stiamo preparando le liste, ma, soprattutto, stiamo continuando a lavorare, senza distrarci con le scemenze della politica politicante”.

De Luca si sofferma anche sul reddito di cittadinanza che non boccia del tutto anche se “bisogna fare un controllo rigoroso su chi, davvero, ha bisogno di avere una mano perché se deve essere dato a chi ha immobili di proprietà, macchine di grossa cilindrata e chi ha pure, magari, attività sottobanco e lavoro nero, questo è veramente un delitto”.

Intanto da oggi alle 14 è attivo in Campania il numero verde regionale 800909699. Dalle 8 alle 20 il personale sanitario risponderà ai cittadini che desiderano ricevere informazioni sul Coronavirus. “Bisogna avere prudenza, ma c’è un clima di psicosi sbagliato – dice il presidente della Regione a radio Crc – evitiamo di ingolfare il numero verde con problemi legati all’influenza e non al Coronavirus. Ma il numero verde è  a disposizione, anche per informazioni di merito”.