Ripresa l’attività al pronto soccorso all’ospedale Cardarelli di Napoli. Giuseppe Longo, direttore generale, fa il punto della situazione: sanificati i luoghi e avviate le procedure di controllo per il personale. «Nella serata di ieri abbiamo dovuto affrontare un problema serio, ma al quale abbiamo reagito con tempestività. Il nostro primario di pronto soccorso è risultata positiva al Covid-19 e questo ha imposto la bonifica dei luoghi del pronto soccorso e l’attivazione di tutte le procedure previste dalla legge.

Grazie all’impegno di tutto il personale del Cardarelli e alla celerità del Dipartimento di prevenzione dell’ASL Napoli 1 Centro, da stame il pronto soccorso è vivamente in funzione». Giuseppe Longo, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Antonio Cardarelli di Napoli, rassicura tutti sull’operatività del pronto soccorso e sottintesa che la direzione strategica ha già provveduto a segnalare i nomi dei medici, infermieri e Oss entrati in stretto contatto con il primario risultato positivo affinché siano attivate tutte le opportune misure di verifica.

«La situazione è seria – dice Longo – e per questo va affrontata con responsabilità da ciascuno. Ai medici, agli infermieri, operatori sociosanitari e più in generale a tutto il personale del Cardarelli, voglio dire grazie per come l’ospedale sta reagendo all’onda d’urto di questi giorni. Abbiamo grandi professionalità e questa crisi ci sta dando occasione di mostrare ancora una volta quante e quali professionalità abbiamo da mettere in campo».