Anche il cratere del Vesuvio si deve arrendere di fronte all’emergenza del Coronavirus. Sono infatti sospese le visite guidate fino al 3 aprile 2020 (come indicato nel Decreto). In un colloquio con “il Riformista” il giovane e attivo Presidente del Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo ci dice: “In ottemperanza all’ultimo decreto Corona Virus, abbiamo provveduto alla chiusura del Cratere del Vesuvio da questa mattina e fino al 3 di aprile. È stata una decisione sofferta – dice con una punta di comprensibile amarezza – ma motivata alla luce delle disposizioni del decreto in rapporto alle peculiarità del sito e soprattutto agli ingenti flussi turistici che abbiamo in questo periodo dell’anno. Inoltre, stiamo prendendo tutte le precauzioni necessarie anche per la nostra sede al fine di tutelare al meglio i nostri dipendenti ma anche gli utenti. Intanto, continueremo a lavorare per quanto possibile, con il supporto degli strumenti tecnologici a nostra disposizione, per provare a non fermare del tutto la nostra macchina amministrativa impegnata ormai da tempo su importanti progetti di riqualificazione dell’area protetta. Spero fortemente che la situazione si risolva al più presto e si possa tornare alla normalità.Il 2020 era iniziato con segnali molto positivi sia sulle presenze turistiche che nei comparti legati allo sviluppo sostenibile, ora ovviamente bisogna solo pensare ad uscire da questa crisi sanitaria e poi si tireranno le somme. Sono sicuro che con l’impegno di tutti– conclude Casillo- riusciremo a rialzarci e superare questo momento di difficoltà”.