Non ce l’ha fatta il sindaco di Saviano, comune in provincia di Napoli, Carmine Sommese. L’ex consigliere regionale della Campania e primario di Chirurgia all’ospedale di Nola è deceduto nelle scorse ore al Moscati di Avellino dopo essere risultato positivo al coronavirus lo scorso 19 marzo. Aveva 66 anni.

Il 20 marzo scorso l’ultimo messaggio sulla propria pagina Facebook: “Ringrazio tutti per la solidarietà e l’umana vicinanza, dai cittadini ai colleghi medici e sindaci dell’area, oltre a tutti i dipendenti del Comune. Sto bene e inizio oggi la terapia. Come già riportato nel messaggio di ieri, invito ancora tutti coloro che nelle ultime settimane hanno avuto contatti con me ad avvertire il proprio medico curante al manifestarsi di eventuali sintomi comuni da coronavirus (febbre oltre 37,5, tosse, difficoltà respiratorie), rispettando rigorosamente e con senso di responsabilità il divieto di uscire di casa e tutte le misure adottate per la prevenzione e il controllo della diffusione del Covid19″.

Tantissimi i messaggi di cordoglio che in questi minuti si stanno susseguendo sui social. Commovente il ricordo del nipote: “Oggi per l’ennesima volta mi ritrovo a bagnare il mio viso di lacrime per te zio unico, pilastro per me dopo la morte di papà e anche tu sei volato in cielo senza nemmeno poterti salutare per l’ultima volta. Ti voglio bene zio Carmine Sommese, già mi mancavi e ora mi mancherai per sempre. Ed ora come farò senza di te? A chi posso chiamare per potermi confidare, non dovevi andare via zio, questo brutto male ha portato via anche te”.

A ricordare Sommese anche il primo cittadino di Quarto (Napoli) Antonio Sabino: “Si è spento il collega Carmine Sommese, sindaco di Saviano, colpito da Coronavirus. Esprimo la mia più totale solidarietà e tutta la mia vicinanza, a nome di tutta la comunità quartese, alla famiglia e a tutti i suoi cari”.