Giovedì 2 luglio si inaugura “Vintage Collection Sale” nei locali del Museo del Tessile e dell’Abbigliamento Elena Aldobrandini, a piazzetta Mondragone 18.

Saranno esposti abiti ed accessori vintage, tutti griffatissimi e superchic, sanificati nel rispetto delle normative anticovid-19, venduti per l’occasione a prezzi stracciatissimi: da 5 a 50 euro per aggiudicarsi una creazione haute couture o un paio di decolté evergreen, un tubino bon ton o un impeccabile tailleur. Tra gli abiti firmati Chanel, Ferré, Yves Saint Laurent, Sarli, Pucci, Escada e Armani, sarà possibile trovare anche abiti da sera, borse e cappelli donati dal meglio dell’eccellenza sartoriale partenopea come Alessio Visone, Roberta Bacarelli e Mario Arzano che hanno così partecipato ad un’iniziativa che coniuga filantropia e bellezza. Il ricavato sarà infatti devoluto all’ onlus Progetto Pallonetto, associazione che si occupa di ragazzi e bambini a rischio, ospitati da strutture di accoglienza e case famiglia.

Corsi di pittura su porcellana, vetro fusione, fotografia, scrittura e attività indirizzate alla moda con la creazione di abiti e gioielli fantasia sono alcune delle iniziative organizzate nella sede dell’associazione, in via Egiziaca 20, indirizzate a ragazzi che vivono una realtà difficile e che, oltre ad incanalare le loro energie in maniera costruttiva, rappresentano la possibilità di acquisire competenze che potranno facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro.

“Sono ragazzi che hanno problemi fisici, psicologici, sociali, con storie tragiche di emarginazione e disagio che accogliamo e ascoltiamo, ai quali cerchiamo di dare un riconoscimento della loro unicità e un senso di appartenenza. Provengono dal Pallonetto e da case famiglia che si trovano ai Camaldoli e a Marano, dove occupano un’abitazione sequestrata al clan Polverino”, dichiara Donatella Dentice d’Accadia, vulcanica presidente dell’associazione che ha creato una meravigliosa rete di solidarietà sociale che si avvale della disponibilità di numerosi volontari. Tra le tante collaborazioni quella con Maria d’Elia, commissario straordinario del Museo della Moda-Fondazione Mondragone Napoli che concede gli spazi dove sarà allestita la Vintage Collection Sale. Tra le prossime iniziative in programma la pubblicazione di un libro di fiabe dal titolo emblematico “Voglia di cambiare”, la versione fall-winter della Vintage Collection e l’organizzazione di burraco per la raccolta fondi.

La manifestazione si prolungherà fino al 15 luglio. Gli orari sono dalle 9 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17 tutti i giorni. Soltanto sabato i locali resteranno aperti dalle 9 alle 13. La domenica il Museo, sede del Polo della Moda Femminile della Regione Campania, resterà chiuso.