Ha minacciato di farlo cadere in acqua in un laghetto di Castel Volturno, legando al suo collo ad una corda alla estremità vi era fissato un grosso sasso, per un presunto debito. Il folle piano era stato messo a punto da un 50enne pregiudicato di Arzano (Napoli), T.A., ai danni di un 33enne di Casal di Principe.

Sono stati i carabinieri della Stazione di Casal di Principe ad arrestare l’uomo, unitamente al personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, accusato di sequestro di persona a scopo di estorsione.

La vittima era stata costretta a salire a bordo della propria auto e poi minacciata una volta giunta a Castel Volturno. Ottenuta la promessa del pagamento del debito, il pregiudicato di Arzano avrebbe riaccompagnato la vittima in Casal di Principe dove è stato bloccato dai carabinieri che nel frattempo avevano ricevuto la segnalazione di quanto stava accadendo.

L’arrestato è stato accompagnato ai domiciliari, a disposizione della competente autorità giudiziaria.