Tutto pronto per la tavola rotonda “Campania, la cultura del buon vivere” organizzata nella redazione del Riformista e moderata dal direttore editoriale Marco Demarco. Lunedì pomeriggio, chef, ristoratori e addetti ai lavori si incontreranno per un meeting che ha l’obiettivo di riunire i talenti dell’alta ristorazione italiana per riflettere su evoluzione, sviluppo e opportunità di questa meravigliosa industria che declina l’eccellenza in tutte le sue sfumature.

Dalla cultura green all’importanza della scelte delle materie prime, passando per il contributo decisivo dei social e dei programmi tv, fino al fondamentale apporto economico chela filiera enogastronomica campana fornisce all’industria alimentare nazionale. Focus sul momento magico che vive l’alta ristorazione campana e sull’affermarsi delle nuove generazioni, che però non rinunciano all’esperienza di chi ha scritto la tradizione.

Gli chef raggiungeranno poi le cucine del “Comandante” all’ultimo piano del Romeo hotel per dedicarsi alla preparazione della cena di gala che saluterà l’assemblea nazionale de “Le Soste”. Tra gli ospiti spiccano nomi di fama mondiale, tra loro gli chef stellati Claudio Sadler e Massimo Bottura, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione.

Un evento unico non solo per il piacere di gustare le prelibatezze preparate dai sette chef ospiti della cucina di Salvatore Bianco, resident chef del Romeo; ma soprattutto per la possibilità di definire nuove strategie per lo sviluppo della cucina italiana. Qui di seguito anticipiamo alcune riflessioni degli chef protagonisti della tavola rotonda e dell’evento finale.