Fare la spesa soltanto una volta a settimana e in ordine alfabetico. Succede a Ercolano, Angri ma non a Napoli. Una versione della circolare emanata negli ultimi giorni dai due comuni, uno in provincia di Salerno, l’altro in provincia di Napoli, e riferita al comune guidato dalla giunta de Magistris, è circolata in giornata sui social ma si tratta di un falso.

La notizia è stata smentita dal Comune stesso: “Non c’è nessuna ordinanza”. Del resto, a bene vedere, degli indizi erano sparsi proprio nel testo della circolare diffusa in rete: il logo è quello del Comune di Angri e il nome del sindaco è scritto in modo sbagliato.

A Napoli, dunque, restano in vigore le norme emanate dal governo: è possibile recarsi al supermercato, in farmacia e in quelle attività che forniscono servizi essenziali singolarmente e ottimizzando gli acquisti in modo da allontanarsi da casa il meno possibile.