Apprezzata per la vivibilità Salerno offre panorami, arte e un’antica tradizione enogastronomica esaltata nei locali disseminati tra centro e lungomare. Il testimonial promuove il luogo, Il Riformista le location.

IL TESTIMONIAL – YARI GUGLIUCCI
Per me Salerno conserva ancora il fascino di un’antica città del Mediterraneo. Il gomitolo di strade del centro storico che portano dal Duomo al mare, dai Giardini della Minerva alla chiesa dell’Annunziata, è un trionfale connubio di profumi, prodotti tipici e cultura custoditi nelle case o nelle trattorie. Salerno, inoltre, è la città di San Matteo, quindi è d’obbligo una visita al duomo: si entra sorridenti e se ne esce incantati. Il mio suggerimento? Cominciare a camminare e fermarsi dove porta il cuore.

DA BERE – Goccia Wine Bar(Via Raffaele Conforti, 13)
Il Goccia è un locale storico di Salerno e si trova in pieno centro. L’appuntamento più famoso è quello del mercoledì, lo “spezza-settimana per eccellenza”. Fermarsi per un aperitivo è d’obbligo per chi fa tappa in città: un bicchiere di vino accompagnato da fritturine e torte rustiche per terminare al meglio la giornata. D’estate il format si trasferisce in riva al mare, sulla spiaggia del Baia Hotel, dando vita a un appuntamento di grande successo come “Goccia a mare”.

DA NON PERDERE – Il Duomo di Salerno (Piazza Alfano, I)
La cattedrale fu fondata da Roberto il Guiscardo, consacrata da papa Gregorio VII nel 1084 e in seguito più volte modificata, con diverse aggiunte barocche. Il campanile è un’importante testimonianza della fusione bizantino-normanna del periodo. La cripta costituisce il primo nucleo nella costruzione del duomo, ciò che vediamo oggi è il risultato dei lavori eseguiti agli inizi del Seicento dall’architetto Domenico Fontana e dal figlio Giulio Cesare.

L’APERITIVO – Il Lanificio (Piazza Flavio Gioia, 16/17)
Il locale è situato nel centro storicodi Salerno, in una delle piazzette più suggestive della città. Gli interni sono piccoli ma ben arredati e dai colori vivaci. Dispone di più spazio all’esterno con tavolini che guardano la piazzetta. L’peritivo è ricco, preparato con cura. Divertente l’accostamento di sapori molto particolari, ma allo stesso tempo semplici e per tutti i gusti. Fantasia, equilibrio e ricercatezza sono le tre caratteristiche dei cocktails e dei long drinks serviti.

A CENA – Pescheria (Corso Giuseppe Garibaldi, 227)
Il ristorante è a due passi dal lungomare di Salerno. L’ambiente è elegante e sofisticato e, come si evince dal nome, l’ingrediente principale delle portate è il mare. I prodotti vengono lavorati quanto basta per non alterare la naturalezza di sapori essenziali e diretti. Squisiti gli antipasti a base di crudi, da provare lo spaghetto nero con pesce spada, pomodorino, olive di Gaeta, capperi, aglio, prezzemolo e olio evo. Ben strutturata e con tantissime alternative la carta dei vini.

SELFIE CORNER – Lungomare Trieste (Via Lungomare Trieste)
Il lungomare Trieste è tra le passeggiate più belle d’Italia. Un giardino lungo circa un chilometro e mezzo che costeggia il mar Tirreno e va dal centro storico al porto turistico di piazza della Concordia. Le panchine di fronte al mare offrono una vista mozzafiato sul golfo di Salerno. La scogliera, il piccolo molo per l’attracco e l’illuminazione artistica sono i tratti caratteristici del lungomare. Ad arricchire il luogo ci pensa una variegata vegetazione esotica. È il luogo perfetto per dire “cheese”.

L’AGENDA

“Frammenti geniali”, il tour nei luoghi del libro di Ferrante – A ridosso dell’uscita della seconda stagione della serie “L’amica geniale”, domenica alle 11 ritorna “Frammenti geniali”, il primo roadbook per condurre i visitatori sulle tracce delle protagoniste del romanzo di Elena Ferrante. Il tour letterario parte da Piazza Olivella ed è ispirato alla città raccontata nel romanzo che, con la sua rete di vicoli, rispecchia l’intrico di sentimenti contrastanti di Elena e Lila. La spiegazione dei luoghi è affidata a una guida. Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione.

Edizione 2019 del Salone internazionale della nautica – Domani alle 10.30, nella Mostra D’Oltremare, prenderà il via la 47esima edizione di Nauticsud, il salone internazionale della nautica che ogni anno riunisce migliaia di appassionati legati dalla passione per il mare. La più grande fiera espositiva d’Italia presenterà più di 800 imbarcazioni tra yacht, gozzi, gommoni presentati su una superficie di 52mila metri quadrati. Saranno molte le novità di questa edizione, dalle imbarcazioni presentate in anteprima ai motori innovativi, ma in programma c’è anche un fitto calendario di convegni durante i quali saranno illustrate le novità tecniche e normative del diportismo in Italia.

Leticia Burgos e “La materia significante” in mostra a Napoli – L’Andrea Nuovo Home Gallery inaugura oggi alle 18 la mostra “Leticia Burgos e la materia significante”. Per la prima volta a Napoli, l’artista argentina espone 21 opere. Tra queste spiccano litografie, xilografie e acqueforti create per assecondare l’esigenza di raccontare, attraverso la trama, un universo figurativo e armonico definito dalla realtà: dalla questione sociale alla vita quotidiana. L’artista incentra la sua produzione su fogli di carta che produce in maniera artigianale dando vita, in questo modo, a pezzi sempre unici.

I Carnevali irpini riuniti per gli eventi di “Princeps” – Il folkrore d’Irpinia va in scena a Mercogliano e Solofra con centinaia di figuranti. Un’unica sigla per celebrare la grande tradizione carnevalesca della zona. È il Carnevale Princeps Irpino che riunisce numerose espressioni del Carnevale della provincia di Avellino, conservate nel tempo e tramandate di generazione in generazione. Quest’anno sarà la città di Mercogliano a ospitare la kermesse. Si comincerà domani presso il centro sociale Campanello di Torrette di Mercogliano dove, alle 10.30, si terrà la presentazione del programma di Princeps alla presenza delle delegazioni dei Carnevali. Dopo la cerimonia, domenica i Carnevali si sposteranno a Solofra per una sfilata. Più di cento gli artisti che animeranno i vari appuntamenti in una coloratissima festa folkloristica.

Alla Ubik “Professione arte” il libro di Andrea Concas – Oggi alle 18 la libreria Ubik ospiterà la presentazione del libro di Andrea Concas “Professione arte – I protagonisti, le opportunità di investimento e le nuove sfide digitali”. L’arte è un mondo complesso, fatto di segreti e regole non scritte. Il libro di Andrea Concas è una guida per esplorare l’intero sistema dell’arte. Focus , dunque, su arte e innovazione, nuove tecnologie e metodologie applicate al mondo dell’arte come blockchain, intelligenza artificiale, wealth management e art lending. Il libro è ricco di spunti e di riflessioni. Può rappresentare una chiave d’accesso per chi dell’arte vuole fare la propria professione. Racconteranno la loro esperienza galleristi, imprenditori e artisti. Dialogherà con l’autore l’artista e scultore di fama mondiale Jago.