Il Napoli fa 13 con Tik Tok. Il club azzurro è l’ultimo dei top club della Serie A a sbarcare con un account ufficiale sulla piattaforma social più utilizzata dai giovani – il 41% degli utenti, secondo lo studio condotto da Globalwebindex, è di età compresa tra 16 e 24 anni – per la creazione e la fruizione di brevi video. Con un video d’esordio del capitano, Lorenzo Insigne, dunque la società diretta da Aurelio De Laurentiis ha deciso di seguire la traccia lasciata dall’Inter, il primo club italiano a intuire le potenzialità del social cinese, un serbatoio da oltre 500 milioni di iscritti e con un margine di crescita decisamente superiore rispetto a Facebook e Instagram, come rivelato dall’agenzia specializzata Datareportal.

Con l’ingresso di Tik Tok, il Napoli ora conta 13 profili social media – Facebook, Instagram, Twitter Italiano, Twitter Spagnolo, Twitter Portoghese, Twitter Inglese,Youtube, Dugout, Weibo, WeChat, Dongqiudi, Giphy, gli altri – fruibili 24 ore su 24 per i tifosi, in sei lingue diverse. Challenge, tricks, esultanze, immagini inedite, contenuti esclusivi: il nuovo social risponde alle esigenze del club partenopeo nella sua strategia digitale, innovazione e presenza su nuovi mercati, con il traguardo dei due milioni di seguaci complessivi raggiunti a fine gennaio. Prima del Napoli si sono piazzati su Tik Tok appunto l’Inter, poi Roma, Cagliari, Fiorentina e pochi giorni prima degli azzurri è toccato al Milan.

La scalata del Napoli sui social (22esimo per interazioni su Facebook a gennaio 2020), più evidente nell’ultimo anno, resta in ogni caso complicata, così come per gli altri club di Serie A, esclusa la Juventus che con Ronaldo ha cambiato marcia, in ritardo con i competitor degli altri campionati europei nelle classifiche dei club con più follower sulle varie piattaforme. Contatti, condivisioni che producono ricavi, anche se ancora modesti, almeno su Tik Tok, su cui si sono fiondati soprattutto club di Bundesliga e Premier League: secondo i dati di Influencer Marketing Hub, commissionato dalla società GolfSupport.com per scoprire quanto potesse rendere un post promozionale sul profilo ufficiale Tik Tok di un club, al Barcellona – che conta oltre due milioni di fan sul social – prossimo avversario del Napoli negli ottavi di finale di Champions League, entrano in cassa 779 euro per ogni intervento (Cristiano Ronaldo su Instagram guadagna quasi 800 mila). E dietro i catalani c’è il Liverpool con 463 euro incassati per ogni post. Sul terzo gradino del podio ideale dell’indagine ci sono i Golden State Warriors (Nba,462 euro, oltre 1,3 mln di followers), poi Real Madrid (437), Bayern Monaco (325). Senza traccia di club italiani nelle posizioni di rincalzo.