Parte da Napoli il contrattacco alla crisi causata dal Coronavirus della categoria artigianale parrucchieri, estetiste, ed operatori del benessere. Diverse sigle dal “Dama Club”, al gruppo maschile “Hair Man Club” , “Expert”, “Centro Polifunzionale della Coiffure” si sono riunite per fare il punto della situazione e muoversi sinergicamente.

Anche questo settore, come quasi tutti quelli delle categorie produttive del paese, avvertono il disagio ed il calo di presenze che mina la professione di tante partite IVA artigianali. Una crisi che, come ci racconta Italo Palmieri Presidente “Damaclub” che riunisce oltre 100 parrucchieri di Napoli e Provincia, viene da lontano:”già nel mese di gennaio avevano promosso con l’associazione “Iamm Assieme” un sit-in dinanzi alla Camera dei Deputati. Avremmo dovuto rivederci il 30 Marzo dove erano previsti a Roma migliaia di operatori del settore.”

Ma il comitato promotore della manifestazione ci informa che l’appuntamento è rinviato, in una nota l’API (Associazioni partite Iva Unite) dichiara che: ”visto il momento di grande difficoltà sanitaria in merito al CoronaVirus e preso atto del D.P.C.M che inasprisce le misure di contenimento, comunichiamo l’annullamento della manifestazione del 30 Marzo ed il rinvio in data da destinarsi. In questo storico momento è indispensabile far sentire la nostra vicinanza alle zone ed ai settori produttivi più colpiti, continueremo la nostra protesta con iniziative di sensibilizzazione sulla profonda crisi economica aggravata dal CoronaVirus”.

Secondo Pino Esposito vicepresidente dell’associazione “Iamm Assieme”: “sono mesi, ancor prima che scoppiasse il Corona Virus, che stavamo muovendo il popolo delle Partite iva e degli artigiani già alla canna d’ossigeno. Questo può essere il colpo definitivo. C’e’ bisogno di aprire subito dei canali di credito agevolato per sostenere la crisi. Gli artigiani sono una risorsa incredibile. Possiamo, con la positivita’ tipica dei Napoletani e dei meridionali, dare un forte contributo alla ripresa, ma servono segnali forti e decisi. Rinvio delle tassazioni di questi mesi e sostegno ai nostri lavoratori da parte di INPS e Regione, guai se fossimo costretti a ridurre la forza lavoro dei nostri collaboratori in questo momento, licenziando e diminuendo il personale. Sarebbe Recessione totale“.

Un grido alla vita ed un invito alla normalità, infine, arriva dall’Hair Stylist Miki Aurilia di “Noi parrucchieri”, stilista Internazionale Best Accademy che con un video postato sui social e già molto condiviso, invita a tutti alla calma e a “guardare meno Barbara D’Urso

Almeno un sorriso in tempi grigi…