L’assemblea di Federalberghi Penisola Sorrentina ha approvato una deliberazione finalizzata ad avviare l’iter per la candidatura della Penisola Sorrentina quale capitale della cultura per l’anno 2024. L’auspicio è che i futuri sindaci di Sorrento e Massa Lubrense, insieme con gli altri amministratori dei Comuni del comprensorio, “aderiscano al nostro progetto mettendo in campo tutte le energie necessarie affinché la nostra meravigliosa terra possa ottenere tale prestigiosa investitura” rileva in una nota Federalberghi.
“La Penisola Sorrentina vanta uno straordinario patrimonio storico e culturale che, insieme con le bellezze naturali e con la consolidata vocazione all’accoglienza, la proietta necessariamente tra le località turistiche più ambite al mondo – sottolinea Costanzo Iaccarino, presidente di Federalberghi Penisola Sorrentina – Il riconoscimento di capitale della cultura rappresenterebbe un valore aggiunto per la nostra terra e rafforzerebbe l’offerta turistica, innescando un forte ciclo di sviluppo economico e sociale utile a risollevare Sorrento e dintorni dall’attuale crisi provocata dal Coronavirus.

Nel frattempo il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Napoli 3-Sud ha comunicato i dati ufficiali ad oggi dello screening per il Covid-19. Sono stati effettuati 2.500 test rapidi con i soggetti positivi che sono stati sottoposti secondo protocollo al tampone nasofaringeo e ad oggi sono tutti risultati negativi al Coronavirus. A rendere noti i risultati dello screening di massa in corso da lunedì scorso in penisola sorrentina è il sindaco di Piano di Sorrento, promotore dell’iniziativa dopo alcuni casi di contagio registrati all’interno di un bar del proprio Comune.