Dalla mattina alle 7 i seggi sono stati completamente deserti per le elezioni suppletive al Senato nel collegio uninominale di Napoli 7. Dopo che alle 12 l’affluenza era del 2,77%, alle 19 la percentuale s’è fermata al 7,29%. Alla stessa ora per le politiche del 2018 il dato dei votanti nel capoluogo campano era del 15,86%.

Le urne aperte fino alle 23. Sono 357.299 gli elettori (circa un terzo dei napoletani) chiamati a scegliere un sostituto per lo scomparso Franco Ortolani, docente di geologia eletto nel 2018 per il M5S. Coinvolti in questa tornata i quartieri Arenella, Barra, Miano, Piscinola-Marianella, Poggioreale, Ponticelli, San Carlo All’Arena, San Giovanni a Teduccio, San Pietro a Patierno, Scampìa, Secondigliano, Vicaria e Vomero. Le sezioni aperte sono 444 su 883.

In campo cinque candidati: Luigi Napolitano del M5S, Sandro Ruotolo appoggiato dal Pd, dal movimento demA che fa capo al sindaco de Magistris e un pezzo della sinistra, Salvatore Guangi candidato del centrodestra con Fi, Fdi e la Lega alle spalle. Poi Giuseppe Aragno di Potere al Popolo che raggruppa la restante parte della sinistra quella movimentista e il civico Riccardo Guarino con il suo Rinascimento partenopeo.