Si chiama Livio Petitto, ma molti non lo conoscono. È un giovane candidato del Partito Democratico militante da quasi 15 nel simbolo del Nazareno che nelle ultime ore è riuscito, inconsapevolmente, a far dialogare Zingaretti e De Luca come vecchi compagni. Il motivo: la candidatura di Petitto in quota PD che sarebbe stata messa in discussione da qualche vecchio volpone in pensione.

Così è nato il “caso Petitto“. Un caso bizzarro su cui i due leader avrebbero trovato l’occasione per ricucire lo strappo. Telefonate, battute, messaggi di conferma e la promessa di rivedersi presto. Hanno fatto sapere fonti vicine ai leader del partito. A benedire la pace è arrivato il consenso uninime di tutti i dirigenti PD Campania a partire proprio dal segretario regionale Annunziata, a seguire quello di Nicola Oddati e degli altri big. Una buona mossa per il governatore De Luca che vola dritto verso il risultato del 21 settembre e ora lo fa con un punto a favore in più: il ritrovato equilibrio col compagno Zingaretti. È il caso di scrivere “galeotto fu Petitto“.