A voler essere precisi, il primo ha già rassegnato le dimissioni da sindaco di Benevento e il secondo non è ancora stato riconfermato come candidato del centrosinistra per le prossime regionali. Eppure si muovono in una manovra di avvicinamento che, se tutte le pedine andranno al loro posto, potrà giovare ad entrambi. Martedì Clemente Mastella è venuto a Napoli e ha incontrato Vincenzo De Luca. Il sindaco di Benevento ha firmato a Palazzo Santa Lucia sia il protocollo d’Intesa con la Regione e RFI per la riqualificazione della stazione di Benevento, sia il Pics, l’Accordo Città Sostenibile che porterà nel Sannio un finanziamento di 16 milioni di euro per la riqualificazione di siti culturali e turistici.

Un risultato importante per la città e certamente in cantiere da tempo, eppure la tempestività della formalizzazione dell’accordo insinua qualche dubbio. Da quando si è dimesso, infatti, l’ex Guardasigilli ha legato le sua permanenza a Benevento con le elezioni regionali. Tradotto: se la Lega non appoggia la sua ricandidatura a Benevento lui non sosterrà il candidato di centrodestra a maggio. Tanto più se quel candidato sarà scelto dal Carroccio, come ha ribadito ieri mentre era in visita dalla moglie in Senato. A quel punto Mastella potrebbe spostare le sue pedine sul governatore uscente che, non a caso, si è augurato che a Benevento prevalga la continuità amministrativa. Quella del sindaco di centrodestra