A settembre scorso, dopo la chiusura del calciomercato estivo, il valore della rosa del Napoli era secondo solo a quella della Juventus. Trasfermarkt, portale nato in Germania e specializzato in dati, statistiche e storici del calcio mondiale professionistico, valutava la rosa azzurra 625 milioni di euro, 239 meno della Juventus che può vantare un parco giocatori da top club europeo.

Da settembre a oggi i risultati del Napoli sono precipitati in campionato, dove la squadra occupa il centro della classifica a una distanza quasi siderale dai primi tre posti, -11 dalla quarta posizione, ultima disponibile per qualificarsi ai gironi di Champions League. In caso di mancato accesso il Napoli perderebbe infatti quegli introiti necessari (calcolati in almeno 30-40 milioni di euro) a mantenere il bilancio in equilibrio. Ad incidere è soprattutto il monte ingaggi che in questa stagione ha superato i 100 milioni di euro. Non raggiungere il quarto posto per De Laurentiis significherebbe dover vendere almeno un giocatore ‘top’ per riequilibrare le casse societarie, ridimensionando un progetto che ha visto negli ultimi anni gli azzurri protagonisti in Italia e sempre presente in Europa.

Questo metterebbe in crisi la strategia delle plusvalenze su cui si basa il Napoli di ADL. Ad oggi però i cartellini di alcuni giocatori sono decisamente in calo anche se su Trasfermarkt i valori dei giocatori vengono modificati in un lasso di tempo più ampio. Facendo solo alcuni esempi, i casi eclatanti sono quelli relativi a Kalidou Koulibaly, Fabian Ruiz, Allan e Lozano. Il difensore senegalese oggi ha una valutazione di 75 milioni di euro e difficilmente andrà via per una cifra vicina o superiore ai 100 offerti la scorsa estate e rifiutati da De Laurentiis. Discorso simile per Allan, che ha visto, nel giro di un anno solare, il proprio valore dimezzarsi: dai quasi 100 milioni offerti dal Psg agli attuali 50.

A salvare, invece, Fabian Ruiz è l’età. Lo spagnolo, miglior giocatore degli ultimi europei under 21, ha 23 anni e una valutazione attuale di 60 milioni. Il Napoli l’ha pagato la metà ma ad oggi, stando a quanto visto in campo, rischia seriamente di veder sminuire il valore dell’ex Betis Siviglia che piace a Barcellona e Real Madrid. Lozano, pagato 40 milioni la scorsa estate, è stato l’acquisto più costoso della storia del club. È forse il caso più clamoroso. In sei mesi, prestazioni alla mano, il valore del cartellino è crollato, con buona pace di De Laurentiis.