“Covid 19 La voce degli invisibili”, è uno spot sociale che vuole smuovere le coscienze e il buio che si è addensato nella mente e il cuore di chi non considera altre tragedie al
di fuori della Pandemia mondiale che sta vivendo l’Italia e il mondo.
Lo spot è scritto e diretto dal regista napoletano Giuseppe Cossentino che rispecchia il dramma dell’attore e personaggio Nunzio Bellino, affetto da una rara patologia genetica. Un toccante Bellino, esprime non solo il suo dolore ma si fa portavoce di chiunque abbia una malattia inguaribile e si vede accantonato dal mondo.

Un grido di allarme che arriva forte e chiaro per chi vuole tornare a vivere, non sopravvivere, e non vuole restare chiuso in un angolo in attesa di un domani poco chiaro diventando in questo modo ancora una volta invisibile nella propria disabilità.

Un’idea nata stesso da Nunzio Bellino su un robusto testo ed attenta regia di Giuseppe Cossentino che ha trattato la tematica con una profonda sensibilità, in tal modo da scuotere le coscienze di istituzioni ed opinione pubblica a non dimenticarsi di certe problematiche.

Lo spot pubblicato sui social qualche giorno fa ha avuto già tante condivisioni e commenti di sostegno e solidarietà dagli utenti. 

“Sono molto felice -racconta a “il Riformista” Cossentino- di aver scritto e diretto questo nuovo progetto sociale, quando l’amico attore Nunzio Bellino mi ha chiamato telefonicamente e mi ha raccontato del progetto che voleva realizzare, il mio è stato un si immediato. E’ importante in questo momento chi fa spettacolo sposi certe iniziative per scuotere le coscienze ed aprire le menti. Questa Pandemia Mondiale ci ha colto alla sprovvista come un fulmine a ciel sereno facendo in modo che, chi vive una condizione di disabilità, una malattia rara sprofondasse in quel buio ancora piu’ profondo che quotidianamente lo affligge, Nunzio ed io attraverso questo spot volevamo dare una grande scossa ed un messaggio che arrivasse non solo all’Italia ma al mondo intero e credo che nel nostro piccolo siamo riusciti in questa mission”. Questo spot sta facendo incetta di condivisioni e visualizzazioni. E ne siamo felici che sia piaciuto, credo che funzioni per il fatto che poi Nunzio la racconta la verità della sua condizione e il suo modo di recitare naturale e trasmettere emozioni sia stato vincente che arrivasse al cuore di piu’ persone sensibili, racconta il regista entusiasta. ”

Il testo e la regia di Giuseppe sono molto forti ed è sempre stimolante lavorare con lui, la sua sensibilità per certe tematiche lo rendono un cavallo di razza di questo genere di prodotti. Sono felice di essere il protagonista di questo spot e il portavoce degli invisibili, la mia immagine e la mia professione sarà sempre a servizio per il sociale credo che sia il compito principale di un artista ed ho voluto aiutare chi non ha voce nei giorni di quarantena forzata, condizione che vi posso assicurare davvero difficile essendo la testimonianza vivente di chi ha una sindrome rara” conclude Bellino.