Da pochi giorni è in funzione presso l’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino, un ulteriore lettino per la rianimazione neonatale, donato dal Corpo Internazionale di Soccorso Costantiniano presieduto dal marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli: la donazione è avvenuta anche grazie al sostanziale apporto dell’associato Feliciano Preziuso. “Resuscitaire” (questo è il nome del macchinario) è una vera e propria “isola neonatale” (valore 30mila euro) utilizzabile nella prima decisiva ora di vita di un bambino e che, grazie a un sistema di assistenza ventilatoria progressiva, consente di stabilizzare la respirazione di un neonato proteggendone allo stesso tempo le delicate vie respiratorie. Il macchinario fornisce una termoregolazione uniforme in tutta la zona del materasso del neonato e si adatta facilmente alle esigenze di assistenza: è dunque una risorsa affidabile all’interno delle sale travaglio e parto di tutto il mondo.

Il Corpo Internazionale di Soccorso, nato nel 2016, è una Associazione di volontariato che agisce richiamandosi alle virtù e tradizioni cavalleresche, di cui il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio è di esempio: agisce quotidianamente attraverso attività di assistenza sociale e socio-sanitaria, di protezione civile, di protezione ambientale, di educazione per il reinserimento sociale, di protezione dei minori appartenenti alle fasce disagiate ed assistenza a favore delle persone con disabilità e dei rifugiati e immigrati. Le ultime donazioni, in occasione dell’emergenza covid-19, sono state indirizzate verso la Parrocchia di Santa Lucia a Mare, la Chiesa dell’Immacolata a Pizzofalcone, la Chiesa di San Giustino de Jacobis a Casoria e la Parrocchia del Cuore di Gesù a Torre Annunziata.