Paziente positivo al coronavirus deceduto dopo giorni di ricovero all’ospedale Cotugno di Napoli. Primo morto ufficiale da coronavirus in Campania quello registrato l’11 marzo nell’ospedale centro di riferimento per l’emergenza covid-19. Si tratta di un uomo di 88 anni, residente a Mugnano in provincia di Napoli, e affetto da più patologie. A differenza delle 4 persone (due uomini del Casertano e due donne di Napoli e Ottaviano) era già positivo al virus proveniente dalla Cina prima del suo decesso.

Dopo i 33 di oggi (su ben 226 tamponi analizzati) i contagiati in Campamia sono saliti a 180 a due settimane dai primi casi. È quanto emerge dall’ultimo bollettino diramato in tarda serata dall’Unità di Crisi della Protezione civile.

Al Cotugno al momento ci sono 48 ricoverati ordinari e 11 in terapia intensiva. Nei giorni scorsi il governatore Vincenzo De Luca ha annunciato che il picco di contagiati ci sarà entro la fine di marzo. Previsione maturata sia sulla scia dell’evoluzione della malattia in Cina sia sul picco influenzale previsto tra due settimane.