Altri sette casi accertati di coronavirus in Campania per un totale di 57 positivi al covid-19. E’ quanto emerge nell’ultimo bollettino della Protezione civile regionale diramato nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 6 marzo in seguito all’esito dei 47 tamponi esaminati nei laboratori dell’ospedale Cotugno, centro di riferimento per l’emergenza. Si tratta di tamponi provenienti da Castellammare di Stabia (Napoli), dalla provincia di Caserta, dalla provincia Salerno, da Napoli, da Casal di Principe (Caserta), da Pompei (Napoli), da Caserta.

TRE PAZIENTI IN TERAPIA INTENSIVA – Al momento sono 18 i pazienti ricoverati all’ospedale Cotugno di Napoli, tre di loro sono in terapia intensiva  a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute, definite “critiche”. Gli altri risultati positivi al Covid-19 stanno ricevendo assistenza domiciliare delle Asl del distretto di competenza. Ogni giorno sono attesi due bollettini da parte della protezione civile.

LA MAPPA – Salgono dunque a 57 il numero dei contagiati in Campania (tra questi uno è guarito ed è stato dimesso): 34 tra Napoli e provincia, 14 tra Caserta e provincia, 7 a Salerno e 2 a Benevento.

POLIZIOTTO POSITIVO – Nelle ultime ore è emersa anche positività di un dirigente di polizia in servizio a Napoli, risultato positivo al Coronavirus e ricoverato al Cotugno. Un altro dirigente e due agenti, tutti suoi colleghi e tutti privi di sintomi, sono stati messi in quarantena e si trovano adesso nella rispettive abitazioni.

IL PRECEDENTE BOLLETTINO – Giovedì sera Di questi 12 sono risultati positivi. Per quanto riguarda i sette casi del pomeriggio, riguardano Napoli, due a Torre del Greco, uno a Caserta, uno a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) e uno nel distretto di competenza dell’Asl Napoli 3 Sud che ha come comune di riferimento Castellammare di Stabia. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità. Per i cinque positivi comunicati in serata tre sono di Torre del Greco, comune in provincia di Napoli, uno arriva dall’ospedale San Paolo di Fuorigrotta (riguarda un uomo) e uno dal 118 di Caserta.

CAMPANIA NE’ ZONA ROSSA NE’ GIALLA – In merito a notizie del tutto prive di fondamento secondo cui la Campania sarebbe stata inserita in una “zona gialla” nazionale, o addirittura alcuni Comuni sarebbero da oggi considerati “zona rossa”, si precisa che non esiste per la nostra regione alcuna suddivisione territoriale di questo tipo né nei decreti nazionali né all’interno di protocolli.