Un docente del dipartimento di Architettura della Federico II è risultato positivo al test del coronavirus. Per precauzione l’inizio dei corsi del dipartimento è stato rinviato di una settimana. Il dipartimento è aperto e sono state già fatte tutte le operazioni si sanificazione tra venerdì e domenica scorsa in tutto l’Ateneo.

Secondo quanto appreso dal Riformista il professore sarebbe rientrato da Milano dove ha partecipato ad un convegno e avrebbe contratto il virus. Rientrato in servizio non si sentiva bene ma avrebbe ugualmente partecipato alle attività dell’Ateneo partecipando a riunioni e effettuando incontro in particolare nella sede di Forno Vecchio. Dopo tre giorni in cui ha continuato a stare male, il docente ha chiesto il tampone ed è stato trasportato da un’ambulanza all’Ospedale Cotugno di Napoli. Il viaggio a Milano del docente risale a 10 giorni fa.

Per chi lo ha incontrato, invece, è scattata la quarantena. Alcuni colleghi che ci hanno avuto a che fare nei giorni precedenti alla scoperta di essere contagiato si sono messi in isolamento volontario per due settimane. La segretaria di dipartimento è stata dispensata dal presentarsi al lavoro per i prossimi 15 giorni. L’inizio delle lezioni è stato spostato di una settimana e il personale che è entrato in contatto con il docente è in autoquarantena già da diversi giorni.

C’è un altro caso ad agraria risalente alla scorsa settimana quindi precedente alla sanificazione. Il professore aveva partecipato ad un convegno fuori regione, poi si è sentito male. Dopo aver fatto i tamponi è risultato positivo ed è a casa dalla settimana scorsa.