Ventisei positivi ala Coronavirus in un giorno in Campania. È il numero comunicato dall’Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania dopo aver effettuato nella giornata odierna 119 tamponi presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno di Napoli.

Al pomeriggio erano risultate positive 14 persone su 48 tamponi effettuati, mentre nella seconda comunicazione arrivata in serata dall’Unità di Crisi sono emersi altri 12 positivi su 71 tamponi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità.

Il totale dei casi positivi in Campania si attesta quindi a 89, di cui uno guarito. Al Cotugno sono 25 i ricoverati, di cui 4 in terapia intensiva.

IL PRIMO DECESSO – Ieri intanto è stato accertato il primo decesso in Campania con un uomo risultato positivo al tampone per il coronavirus. Si tratta di un 47enne originario di Mondragone (Caserta). L’uomo, cardiopatico e già affetto da altre patologie (sembra soffrisse di epilessia e diabete), era stato trasportato mercoledì all’ospedale San Rocco di Sessa con febbre alta e in preda ad una forte crisi respiratoria. Le sue condizioni sono rapidamente peggiorate fino al decesso, avvenuto giovedì mattina.

La polmonite riscontrata dai medici ha fatto scattare le procedure sanitarie con il tampone naso faringeo per la positività al Coronavirus, accertata dopo il controllo da parte dell’ospedale Cotugno a Napoli e in attesa di ulteriore conferma anche dall’Istituto Superiore di Sanità. Nell’ospedale sessano sono già scattate le procedure di rito in questi casi, con la sospensione del personale sanitario entrato in contatto col 47enne, mentre si sta cercando di risalire alle persone che sono state in contato con la vittima in questi giorni. I familiari della vittima sono stati sottoposti a quarantena.