“Un sostegno importante, ora si azzeri la burocrazia per dare subito i contributi alle aziende”. Lo ha detto Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania, in merito al piano strategico da 50milioni di euro della Camera di Commercio di Napoli per far ripartire le imprese. “Abbiamo il merito di aver chiesto per primi che la Camera di Commercio aprisse il proprio ‘fortino’ per sostenere le aziende ad essa iscritte – ha affermato – Era il 13 marzo e lo invocammo in tempi non sospetti”. “Del contributo di 50 milioni, diviso per varie voci, Confesercenti Campania si ritiene molto soddisfatta ed elogia con un caloroso plauso questa decisione – ha aggiunto – Chiediamo alla Camera di Commercio nel contempo che le associazioni siano protagoniste in questa azione di accompagnamento e sostegno alle imprese del nostro territorio”. “Confesercenti vuole affiancare la Camera di Commercio per poter garantire che questa disponibilità economica possa arrivare quanto prima nelle tasche degli imprenditori – ha concluso – Fondamentale, perciò, è azzerare la burocrazia, in modo che le imprese possano accedere a tali finanziamenti in maniera rapida, a seguito cioè della semplice domanda. Per poter provare a rialzarsi devono ottenere questo contributo a stretto giro”.

Apprezzamento è stato espresso anche da Casartigiani:”devo dare atto al Presidente Fiola e alla sua squadra aver dimostrato determinazione e incisività con la realizzazione delle promesse annunciate nel consiglio camerale”. Lo ha detto il Presidente Luongo, che così commenta il Piano strategico della Camera di Commercio di Napoli che destina 50milioni alle imprese per il rilancio dell’economia:”non ricordo a mia memoria un intervento economico di aiuto diretto a imprese, territorio, cultura e turismo, di questa portata – ha affermato – nel contempo esprimiamo apprezzamento per aver azzerato l’arretrato delle pratiche rendendo possibili le iscrizioni in 5 giorni.
Cosa non da poco perché le imprese hanno bisogno anche di sburocratizzazione”. “Questa nuova governance sta dimostrando vicinanza alle imprese e capacità di ascolto – ha aggiunto – riconquistando un ruolo di autorevolezza nel panorama istituzionale, un punto di riferimento certo per l’economia del territorio”.