Il commercio al dettaglio è stato gravemente colpito dalla crisi causata dal Covid19. Le prospettive sono fosche e senza alcune misure di sostegno, migliaia di saracinesche potrebbero chiudere per sempre. In Campania, complice la buona gestione dell’emergenza, c’è fiducia di recuperare una parte del terreno perduto soprattutto se dovesse riprendere, almeno in parte, il flusso turistico che c’era fino a prima della pandemia.
Un aiuto potrebbe essere rappresentato dall’avvio della stagione dei saldi.

“Lanciamo un appello al presidente della Regione Vincenzo De Luca a valutare l’opportunità di una anticipazione della data d’inizio dei saldi estivi, rispetto alla data del 1 agosto stabilita in sede di Conferenza delle Regioni. In tal modo, si potrebbe dare uno stimolo alle vendite che in questo momento risulta indispensabile per la stessa sopravvivenza di molte imprese e per il mantenimento dei livelli occupazionali”. Così il direttore generale di Confcommercio Campania Pasquale Russo in una lettera inviata al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e all’assessore alle Attività Produttive, Antonio Marchiello.
“Dalle nostre ultime rilevazioni, infatti, è emerso come le imprese al dettaglio nel settore Moda in Campania stiano tuttora scontando le pesantissime conseguenze dell’emergenza Covid, con un calo delle vendite nel mese di giugno pari ad oltre il 50% rispetto allo scorso anno”, ha sottolineato.

Secondo il Presidente di Aicast per le isole Marco Bottiglieri:”Anticipare il periodo dei saldi, ma con azioni promozionali , ci sembra una opportunità indispensabile per favorire la ripresa delle attività commerciali del nostro territorio, uno strumento anticrisi, utile a dare sostegno al settore del commercio in un momento di particolare difficoltà . Il provvedimento della Regione Campania si allinierebbe a quello già posto in essere da altre Regioni , come la Lombardia e il Lazio. In pratica cadrebbe il vincolo che impedisce ai commercianti di poter fare vendite promozionali a ridosso dell’avvio dei saldi .
L’autorizzazione alle promozioni e sconti anticipati rispetto ai saldi è una novità che , in pratica mira a favorire le attività commerciali di vendita al dettaglio , rimaste chiuse propio nei mesi in cui avrebbero potuto vendere a prezzo pieno.”