“Una vertenza democratica. Una vittoria per i minori. La Regione ripristina il diritto alla salute per i minori presenti nelle comunità. Durante le settimane scorse, le comunità per minori dell’Area penale insieme al Garante regionale dei detenuti, hanno portato avanti una battaglia di giustizia per ripristinare il diritto alla salute per gli adolescenti che sono presenti, piu’ di 10, nelle comunita’ residenziali della Campania. I loro coetanei, ristretti presso gli Istituti penali, si vedono rispettati il loro diritto alla salute”. A comunicare la notizia in una nota ufficiale sono il Garante regionale dei detenuti Samuele Ciambriello e il Dottor Vincenzo Morgera della comunità Jonathan Onlus.

 “La notizia della decisione, da parte della Regione Campania, di ripristinare il codice di esenzione F01 per i minori dell’area penale accolti presso le comunita’, ci riempie di orgoglio e dimostra che esiste ancora lo spazio per rivendicare i diritti e praticare la giustizia sociale – proseguono – L’essere riusciti a sancire che minori in custodia cautelare presso gli IPM e minori in misura cautelare presso le comunita’ debbano avere, allo stesso modo, accesso gratuito al SSN e’ una vittoria democratica, innanzitutto per i minori stessi, ma anche e forse soprattutto per il sistema nel suo complesso. Un sistema che ha trovato la forza per riformarsi, per tornare sulle proprie posizioni e correggere un vulnus discriminante e pericoloso”.

 “E’ doveroso ringraziare tutti coloro che ci hanno affiancato in questa vertenza: le Comunita’, il CGM di Napoli, il Presidente Franco Roberti e la Regione Campania, la quale ha mostrato quella capacita’ di mettersi in discussione e di tornare sulle proprie posizioni che oggi e’ sempre piu’ merce rara”, concludono.