Al momento i locali riaprono, ci sarà musica, ma non si balla. Credo che se la situazione dei contagi continuerà così, De Luca potrebbe darci il via libera a inizio luglio“. Così in una nota, Enzo De Pompeis presidente a Napoli del Silb (Sindacato Italiano Locali da Ballo), apre la speranza per le discoteche nella fase 3 della pandemia di covid19. A livello nazionale una decisione sarà presa dal 15 luglio ma le Regioni possono anticipare.

Intanto questa settimana aprono i locali con musica, che si potrà però ascoltare seduti: “Alcuni locali che hanno anche la licenza da lidi balneari – spiega De Pompeis – avevano già riaperto, da oggi si parte anche in città, con cene e drink ascoltando musica. Una soluzione che mi sembra efficace per la ripartenza, molto meglio dell’ipotesi di ballare a due metri di distanza dagli altri. Quella era una misura impraticabile, perché 2 metri n ogni direzione significano circa 8 metri quadrati a persona, quindi in una pista che poteva ospitare 120 persone finirebbero per ballare in 12, impraticabile“. Discoteche e club aprono quindi aspettando il via libera: “Un’estate senza ballare sarebbe triste – spiega De Pompeis – e poi è un istinto umano. Se c’è la musica viene voglia di ballare, ci si comincia a muovere, anche se si sta seduti, ma la discoteca per sua natura è fatta di contatti, assembramenti e di certo non si può ballare con la mascherina, aspettiamo“.

Movida aperta già da un paio di settimane in locali noti come il Nabilah e il Turistico sul lago Fusaro ma anche sul litorale di Bagnoli, con musica e drink sui lettini, senza balli e concerti. “Siamo partiti con questa formula aperitivi fino a mezzanotte e mezzo – spiega il titolare, Umberto Frennae le persone la apprezzano. Molti prenotano il lettino per godersi una serata all’aperto. Misuriamo la temperatura e registriamo tutti, poi a luglio si vedrà se cambia qualcosa. Ma è già positivo poter ripartire“. Lo stop, per i locali all’aperto di Napoli, è stato durissimo: “la primavera – spiega Frenna – è una stagione determinante per noi, cominciamo a lavorare tanto da marzo, aprile. La perdita finanziaria c’è stata e poi abbiamo dovuto rimettere tutto in moto con le nostre forze, dopo aver anticipato anche dei soldi ai dipendenti visto che la cassa integrazione per loro è arrivata solo due giorni fa. Ma riprendiamo con fiducia“. In Costiera scalda i motori il “Music on The rocks”, fra le più belle discoteche del mondo, per rendere ancora più magiche le serate di Positano.

Il Patron Giuseppe Russo sta lavorando all’evento inaugurale che si terrà il prossimo week end con il lancio di “Rada Beach e Fly Lounge” un locale super esclusivo sul mare pronto ad accogliere una clientela di alto profilo sia per la cena che per l’intrattenimento musicale che, assicura Russo, farà rivivere le magiche atmosfere degli anni 60. Da Positano a Ischia dove Marcello Bondavalli proprietario di “Valentino” e “Ecstasy” sta lavorando per accogliere “già da Luglio” i suoi affezionati e storici clienti. Insomma, la luce in fondo al tunnel inizia a vedersi. Anche per il mondo della notte.