Sono stati sorpresi mentre provavano a mettere in moto una microcar rubata nella notte (intorno alle 3) in via Santo Strato a Napoli nel quartiere Posillipo. Tre persone di 28, 26 e 18 anni, tutti residenti a Villaricca, comune a nord del capoluogo partenopeo, sono stati fermati questa mattina, intorno alle 8, dalle volanti del Commissariato San Ferdinando e dall’Ufficio Prevenzione Generale mentre tentavano di fuggire a bordo della proprio auto.

Il blitz dei poliziotti è avvenuto in via Nicola Ricciardi con i tre malviventi che erano pronti alla fuga. Vicino alla microcar rubata, dal valore commerciale di circa 11mila euro, gli agenti hanno trovato l’antenna del Gps strappata e gettata in strada nonché la centralina dello stesso allarme. All’interno invece i fili dell’impianto elettrico erano già stati manomessi così come il motorino di accensione. Gli agenti hanno poi perquisito l’auto dei tre ragazzi trovando all’interno i ‘ferri del mestiere’ (martelli, cacciavite, pinze). Uno dei tre giovani bloccati è stato trovato in possesso del nastro isolante utilizzato per isolare i fili elettrici. I tre sono stati sottoposti a fermo per ricettazione e condotti nel carcere di Poggioreale in attesa della convalida.

L’operazione della polizia arriva al culmine di un’attività mirata, effettuata tra i quartieri di Posillipo e Chiaia dove nelle ultime settimane sono stati registrati diversi furti di microcar. Indagini in corso anche per accertare l’eventuale coinvolgimento dei tre uomini sottoposti a fermo in altri episodi analoghi.