L’avvio dei lavori è previsto, ufficialmente, per le 16 a Palazzo Reale dove il presidente del Consiglio Giuseppe Conte riceverà il presidente france Emmanuel Macron per l’inizio del XXXV vertice intergovernativo italo-francese. Poi seguiranno i colloqui tra le due delegazioni, la conferenza stampa e infine la cena, a cui prenderà parte anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Una presenza molto apprezzata dall’Eliseo tanto che alcune fonti diplomatiche hanno fatto sapere che «rappresenta un gesto importante e inusuale».Prima dei lavori ufficiali, però, il presidente francese visiterà la Cappella di San Severo, il complesso di Santa Chiara e il Teatro San Ferdinando, caro al presidente francese per il suo rapporto con Eduardo De Filippo.

Infatti, fu proprio mentre preparava, durante gli anni del liceo, la messa in scena de l’Arte della commedia di Eduardo, che incontrò l’allora insegnante Brigitte, oggi sua moglie. A dare il benvenuto al presidente francese è stato anche il direttore del Museo di Capodimonte Sylvain Bellenger. « I francesi si sono sempre sentiti a casa, qui a Napoli – ha detto Bellenger -. Lo era Murat, lo era Alexandre Dumas direttore degli Scavi di Pompei dal 1861 al 1864 e lo sono oggi io. Con questo animo francese-napoletano do il mio più caloroso benvenuto al presidente Macron. Un increscioso incidente al tendine d’Achille mi blocca in ospedale e mi impedisce di essere presente ma sono in costante contatto con il Consolato francese per seguire le fasi del vertice che servirà sicuramente a rafforzare le nostre già solide relazioni culturali».