Antonio Parlati è il nuovo direttore del Centro di Produzione Rai di Napoli. Napoletano doc, laurea in Economia e commercio e già da anni vicedirettore del Centro di viale Marconi (riconosciuto da tutti come eccellenza a livello nazionale fra i centri Rai), Parlati è in Rai dal 1984, dove si è distinto da subito e per tutto questo lungo periodo per professionalità, stile, passione, determinazione e concretezza, raggiungendo via via i gradini più alti della struttura fino a diventarne appunto vicedirettore e braccio destro del direttore uscente Francesco Pinto, che ha lasciato il suo incarico per raggiunti limiti di età lo scorso luglio.

Sono molto felice e soddisfatto per questa nomina – spiega al Riformista il neodirettore – anche perché sono legatissimo alla Rai da sempre. Per il momento, naturalmente, sento innanzitutto la necessità di restare concentrato sul periodo difficile e complesso che stiamo vivendo. E’ fondamentale non abbassare la guardia e non far calare l’attenzione sull’emergenza coronavirus. Ci aspettano giorni decisivi in cui dobbiamo portare a casa il risultato di limitare il più possibile il contagio e pensare prioritariamente alla salute delle persone. Per il momento continuo a fare il mio lavoro di sempre. Subito dopo, appena sarà finita questa prima emergenza – conclude Parlati – verrà il momento di pianificare e realizzare nuovi progetti e programmi, con l’impegno e la passione di sempre”.