Anche quest’anno chiude l’estate procidana la scuola di storia del Mediterraneo del prof. Luigi Mascilli Migliorini. Nel 2020, la summer school “L’Impresa Culturale nel Mediterraneo” festeggia il suo quindicesimo compleanno. Organizzato dall’Università di Napoli “L’Orientale” e dall’associazione “Aiòn”, questa edizione dell’evento ha anche il patrocinio del comune di Procida.

Dopo il grande successo di critica e pubblico riscosso dalla 70 esima edizione della “Sagra del Mare” nell’ambito della quale é stata eletta anche la “Graziella 2020”, l’isola di Arturo vivrà, dunque, un altro momento aggregazione culturale e di riflessione collettiva grazie a questa lodevole iniziativa.

“Il Mediterraneo dei Romantici” è il tema scelto per il ciclo di incontri in programma dal 28 settembre al 2 ottobre. I seminari, trasmessi anche in streaming sui social della scuola, si svolgeranno alla chiesa di Santa Margherita Nuova. Alla Terra Murata di Procida. E proprio l’immaginario artistico-letterario legato alla più piccola delle isole del Golfo farà da filo conduttore all’intera settimana.

A cominciare dall’amore per la giovane Graziella raccontato dallo scrittore francese Alphonse de Lamartine. Amore che sarà rievocato da Luigi Mascilli Migliorini nel pomeriggio di mercoledì 30 settembre, con una lezione aperta al pubblico che precederà la proiezione dell’omonima pellicola di Giorgio Bianchi, ispirata proprio all’eroina simbolo di Procida.

Ancora sulle tracce di Lamartine e di Elsa Morante si snoderà la passeggiata letteraria che lo scrittore Roberto Coaloa guiderà lungo le vie dell’isola nel tardo pomeriggio del martedì.

Si parlerà di passioni ideali e di amori, ma anche di arte e viaggi attraverso il Mediterraneo del XIX secolo: il secolo romantico per eccellenza. Ma non mancherà, come di consueto, uno sguardo sull’attualità. Sul carattere degli italiani, raccontato dagli storici Roberto Bizzocchi e Egidio Ivetic. Ma anche sui temi dell’economia e dell’ambiente mediterranei, con l’economista Massimiliano Ferrara e il corrispondente della Frankfurter Allgemeine Zeitung, Tobias Piller.

Ad aprire i lavori, lunedì 28 settembre, lo storico della filosofia Vincenzo Ferrone che terrà la lectio inaugurale dedicata alla memoria del grande e indimenticabile Professor Giuseppe Galasso.